micro & MACRO – Caffè Letterario

a href=”https://associazionesoqquadro.files.wordpress.com/2013/01/invito-micromacro1.jpg”>Invito micro&MACRO

Sabato 2 Febbraio 2013 si inaugura alle ore 18.30 presso il Caffè Letterario, in via Ostiense 95 a Roma, la mostra collettiva degli artisti: Emiliano Africano, Renato Bettoni, Alessio Calega, Nino Caltabiano, Luigi Cipollone, Linda D’Arrigo, Mario Esposito, Gabriele Ferramola, Claudia Gaiotto, Fulvio Galeota, Francesco Granelli, Marilena La Mantia, Paolo Loli, Umberto Malatesta, Ferdinando Marzano, Federica Marzoli, Giulio Cesare Matusali, Andrea Mercedes Melocco, Cinzia Munari, Marisa Muzi, Fausto Parisi, Gisella Pasquali, Luigi Rodio, Alessandra Roselli, Francesco Samà, Scegle, Paolo Schifano, Diana Sodano, Amedeo Tremigliozzi, Marco Vagnini, Mirta Vignatti, Silvio Zuccarello.

cinzia munari

gisella pasquali

Emiliano africano Gesso 5

La mostra esplora il ruolo giocato dalla dimensione spaziale nella creazione artistica.

micro & MACRO

Un progetto di Marina Zatta per
Soqquadro

DURATA: dal 2 al 14 Febbraio 2013
INAUGURAZIONE: Sabato 2 Febbraio 2013 ore 18.30
ORARI: da martedì a venerdì 10.00 – 24.00 (venerdì 8 febbraio l’apertura è fino alle 17.00);
sabato 18.30 – 24.00; domenica 15.30 – 24.00; lunedì chiuso
LUOGO: Caffè Letterario – Via Ostiense 95 – Roma – (MetroPiramide)
CURATRICI: Pamela Cento, Sonia Mazzoli, Marina Zatta,
INFO:cell.333.7330045 ass.soqquadro@gmail.com – 340 3884778 soniagard@gmail.com
Caffè Letterario Roma http://www.caffeletterarioroma.ithttp://www.artcaffeletterario.com

La mostra esplora il ruolo giocato dalla dimensione spaziale nella creazione artistica. Che cosa sarebbe la Gioconda se fosse enorme? E i quadri di Pollock se fossero minuscoli? La dimensione dell’opera è uno dei fattori importanti nella concezione narrativa dell’opera d’arte. Sul tema ha scritto per Soqquadro un testo di riflessione Carla Melandri: Nessuno potrebbe innamorarsi di Raskolnikov se Delitto e Castigo fosse un libello di poche pagine e, allo stesso modo, la dolcezza minimalista ed eterea di un Haiku sarebbe nulla se si trattasse di un’opera in due volumi. Le opere programmatiche della modernità, poi, si sono sempre fondate sulle loro dimensioni: Il Quarto Stato, ad esempio, ha la grandezza di un’idea rivoluzionaria che avanza, quasi a dimensione reale, a sconvolgere la quieta esistenza borghese degli osservatori; Le Demoiselle d’Avignon, invece, con la loro vastità proclamano con impertinenza e a gran voce il loro ruolo di passaggio dall’antico al moderno; le opere di Pollock sono grandi come il mondo che vi si nasconde dentro; le ultime ninfee di Monet non sono ninfee, ma disegni di una immensità vaga e indefinita. D’altro canto Impression, soleil levant di Monet o il Blaue Reiter di Kandinsky, nella loro piccolezza fisica, racchiudono una carica creativa e rivoluzionaria di violenta tensione deformante, che li ha portati a sconvolgere tutti i canoni precostituiti di pittura dando vita- e nome- ai rispettivi movimenti artistici. Guernica è di una dimensione direttamente proporzionale all’orrore che denuncia, uno spazio immenso in cui l’esplosione è portata dentro la forma, ripetendola all’infinito sulla tela. Ma succede a volte che infinitamente piccolo e infinitamente grande si possano incontrare in opere come La Grand-Jatte di Seurat i cui i puntini, rappresentanti di un infinito microscopico, si uniscono a creare un universo iconografico macroscopico. Micro e macro come dichiarazioni di poetica, dunque, come politica, come rivoluzione, come due componenti dello stesso universo.”

Annunci

micro e MACRO cosmo

Senza titolo-3

Senza titolo-4

Senza titolo-5

Invito Gabriella Zeverini copia

ESPOSIZIONE PERSONALE DI GABRIELLA ZEVERINI

Titolo: Micro – MACRO Cosmo
Dove: Caffè Letterario di Roma – Via Ostiense,95
Quando: Dal 2 al 14 Febbraio 2013
Orari: dal mart. al ven. ore 10,00 – 24,00 – sabato e domenica ore 18,00 – 24,00 Lunedì chiuso.
Ingresso: Libero
Organizzazione: GARD Galleria Arte Roma Design
A cura di: Sonia Mazzoli
Info: 3403884778 – soniagard@gmail.com

Micro-MACRO Cosmo, prima esposizione personale dedicata all’Arte dell’Artista Gabriella Zeverini , si terrà il 2 Febbraio 2013 nella splendida cornice del Caffè Letterario di Roma, spazio eclettico nato nel 2008 dal recupero di un ex garage, diventato oggi un contenitore delle arti unico a Roma, ubicato tra la Piramide Cestia, il Gazometro e gli Ex Mercati Generali, lo spazio si presenta nei suoi mille metri quadri come crocevia di cultura, design ed arte, arredato con pezzi di design di note aziende Italiane.

Il titolo dell’Esposizione richiama al concetto che ogni Uomo è un microcosmo ossia un mondo in miniatura, poiché la sua struttura ripete in piccolo quella dell’Universo.
Così come le piante, i fiori, gli aromi, i colori, anche le pietre costituiscono una vera e propria fonte di energia rigeneratrice, in quanto collegata con tutta l’energia presente nella Madre Terra.

Nelle sue opere Gaby Zen usa tutte le sue conoscenze, accostando una selezione di pietre di altissima qualità, unendo i poteri, le energie e le caratteristiche benefiche di ogni tipo di pietra a delle forme che rappresentanti simboli e scudi l’idea è creare delle opere non solo esteticamente gradevoli, ma che abbiano anche la funzione di protezione, come diffonde il feng shui, per l’ambiente e l’ayurveda per la persona.

L’esposizione è a Cura di Sonia Mazzoli, responsabile della GARD Galleria Arte Roma Design, importante realtà romana per l’arte emergente e la sperimentazione di nuovi linguaggi artistici.

Gabriella Zeverini Disegna e realizza gioielli in argento e semi preziosi, partecipa con le sue collezioni a diverse esposizioni con il nome d’arte GabyZen. Nel 2008 espone le sue creazioni nell’Ex Cinema Etoille, splendida location nel cuore di Roma situata a Piazza S.Lorenzo in Lucina, nello stesso anno espone a GARD Galleria Arte Roma Design, alla mostra “ Gioielli & Dintorni – Arte da Indossare”. Sempre con la GARD presenta le sue creazioni all’interno di uno dei monumenti più significativi del Mondo Castel S. Angelo, in occasione dell’evento “ Le Terrazze di Castel S.Angelo” estate 2008; nel dicembre 2009 viene selezionata di nuovo dalla GARD Galleria Arte Roma Design, per essere inserita nella nuova edizione della mostra “Gioielli & Dintorni – Arte da Indossare”-. Nel 2010 presenta le sue nuove collezioni al teatro Sala Umberto di Roma

Articolo sull’artista Cinzia Munari

La Gazzetta di Parma ha pubblicato il 18 gennaio 2013 un sostanziale articolo, a firma di Manuela Bartolotti, sull’artista Cinzia Munari.

Cinzia è una delle più attive e interessanti artiste del panorama di Soqquadro e in questo periodo sta prendendo parte a due delle nostre mostre più significative programmate per il 2013, la grande collettiva “small & LARGE” alla Vibe Gallery di Londra e l’altrettanto importante esposizione che si svolgerà a febbraio nei locali del Caffè Letterario di Roma, storico spazio culturale della realtà capitolina.

Di seguito l’articolo.

articolo munari

small & LARGE – Soqquadro a Londra

renato bettoni - metropolis - tecnica mista - cm 50x50 - anno 2012

giorgio fersini - E volo via - tecnica mistra polimaterica - cm.50x50 - anno 2012

cristina messora - ho chiamato dalla mia finestra 1- - tecnica mista, olio su carta (incisione su carta -embossing) - 50x50 - anno 2012

Giovedì 17 gennaio 2013 alle ore 18.00 si inaugura a Londra presso la
Vibe Gallery

la mostra collettiva small & LARGE

angela scappaticci - Elementale n. 20 - tecnica mista - cm 100x100 - anno 2012

nicola morea - STONEHENGE - smalto su tela - cm. 50x60 - 2011

con gli artisti: Renato Bettoni, Francesca Bianchi, Martina Buzio,
Linda D’Arrigo, Giorgio Fersini, Maria Elena Giannobile,
Francesco Granelli, Maria Carla Mancinelli, Cristina Messora, Nicola Morea,
Cinzia Munari, Elisabetta Pogliani, Saro Puma, Angela Scappaticci, Scegle, Diana Sodano.

cinzia munari - ants in lab - 50x50 - smalto all'acqua su tavola - anno 2012

francesca bianchi - contrasting emotions - stll life stampa digitale su carta fotografica - anno 2010 - 30x40

Ciascun artista partecipante espone opere di due diverse dimensioni, una grande ed una piccola, per mettere a confronto le differenti possibilità e limiti che l’artista ha quando opta per un’opera di grande o di piccolo formato. La mostra è inserita all’interno dell’Italian Art Festival

small & LARGE
Mostra collettiva

curatrice
Marina Zatta

saro puma - pagine corali - tecnica mista su tela - 100x120

maria carla mancinelli - dittico della luna riflessa - cemento bianco, bitume, legno e terre naturali su tavola - cm 46x23 anno 2012

linda d'arrigo -  Nudo - tecnica mista su carta - anno 2012 - cm 70x100

La Vibe Gallery e’ una galleria d’arte collocata all’interno di una Ex Fabbrica di Biscotti trasformata in un business complex, nella zona di Bermondsey, nei pressi di London Bridge.

In questo spazio si svolge dal 16 al 29 gennaio l’Italian Art Festival, curato da Nadia Spita per l’organizzazione Art Caffè London. E’ nell’ambito di questo evento che si inserisce la mostra small & LARGE realizzata da Soqquadro e curata da Marina Zatta.

martina buzio - Snow white  50 x 70 stampa lambda su dibond

francesco granelli - Ricostruzione - olio su tela - cm. 100x100 - anno 2012

maria elena giannobile - masque - fotografia digitale - cm 30x40 - anno 2011

Nel tipo di società di massa in cui viviamo si è assorbiti da una velocità che spesso confonde e richiede emozioni sempre più immediate, facendo perdere la capacità di fermarsi ad osservare e comprendere la vera natura delle dimensioni di un’opera. La mostra fa luce su questo argomento ricordando che la dimensione di un’opera corrisponde ad una scelta motivata e consapevole dell’artista, spostando l’attenzione su un valore qualitativo del formato più che quantitativo, che non di rado è indicativo di specifiche realtà e contesti storici, oltre di esigenze espressive dell’artista.
Non è un caso che l’Espressionismo Astratto con i suoi giganti formati sia sbocciato nell’America del secondo dopoguerra, così come non è detto che la magia di un’opera debba essere legata ad un grande formato: pensiamo alla Gioconda di Leonardo Da Vinci, dove la profonda e misteriosa enigmaticità del superbo dipinto si esprime nell’altrettanto misteriosa intimità di un formato modesto. Gli artisti rifletteranno attraverso la loro personale creatività e faranno riflettere sull’argomento, mettendosi alla prova con due diversi tipi di formato: small e Large.

Diana Sodano - Voyeur- 50x50 - acrilico su tela  - anno 2012

Scegle - Soffio Rosso Oro, Armonia e Mistero - dittico 50x100x2 - tecnica mista - anno 2010

TITOLO DELLA MOSTRA: small & LARGE
ARTISTI: Renato Bettoni, Francesca Bianchi, Martina Buzio, Linda D’Arrigo, Giorgio Fersini, Maria Elena Giannobile, Francesco Granelli, Maria Carla Mancinelli, Cristina Messora, Nicola Morea, Cinzia Munari, Elisabetta Pogliani, Saro Puma, Angela Scappaticci, Scegle, Diana Sodano.
CURATRICE: Marina Zatta
COLLABORATRICE: Anna Di Matteo
DURATA: dal 16 al 29 gennaio 2013
LOCATION: Vibe Gallery
INDIRIZZO: N 001 – The Biscuit Factory – (Tower Bridge Business Complex)
100 Clements Road London

pogliani - under_300dpi