Ai miei occhi

libro-copertina

Giovedì 15 Settembre alle ore 18,00 presso Galleria GARD, in via dei Conciatori, 3/i a Roma presentazione del libro “Ai miei occhi” di Donna L’Ary tradotto e commentato per la Collana CorporalMente delle edizioni Alpes da Marina Pompei.

Il libro è la narrazione di un percorso terapeutico di guarigione psicologica di una donna che ha subito abusi sessuali dal padre. L’intera narrazione è fatta dai disegni che negli anni la donna ha elaborato e utilizzato come strumenti terapeutici per analizzare e superare il suo trauma.

La prima parte racconta, attraverso disegni e dipinti di Donna L’Ary, la violenza subita da bambina e il successivo percorso di guarigione. Ne è stata fatta una pubblicazione in Francia, così potente che abbiamo voluto farla conoscere in Italia e commentarla da un punto di vista psicoterapeutico: questa è la seconda parte.

Quello che la bambina era incapace di dire con le parole, l’adolescente l’ha raccontato artisticamente, l’autrice accompagna questa straordinaria mostra di dipinti come psicoterapeuta, per essere utile a terapeuti, insegnanti genitori e soprattutto ai giovani che hanno vissuto esperienze simili.

libro-interno-pagina

Donna L’Ary è una giovane artista. I suoi quadri parlano di lei e dell’animo umano, la bellezza delle forme, dei colori e del bianco e nero ci permettono di entrare in contatto con l’angoscia del contenuto senza cadere nella disperazione. Per lei l’espressone creativa è stato il primo movimento terapeutico messo in atto.

Come molti artisti ha potuto trovare nella creazione il modo rivolgere verso la luce la sua energia vitale che rischiava di rimanere imprigionata nel buio, nel vuoto, nella dissociazione delle parti di sé, brutalizzata da un abuso.

Quei disegni sono poi diventai immagini di un libro, assumendo quindi ulteriori valenze,quelle del racconto di un percorso che possa: parlare ad altre ragazze ed altri ragazzi costretti a vivere i suoi stessi incubi, per dare speranza; parlare agli adulti che stanno, loro vicini, perché aprano gli occhi; parlare agli psicoterapeuti e ai medici perché continuino a cercare percorsi di cura efficaci per le conseguenze di vissuti traumatici.

libro-quarta-di-copertina

immagine-009

immagine-002

immagine-003

immagine-005

immagine-008

immagine-017

immagine-028

immagine-007

immagine-006

immagine-032

immagine-031

immagine-034

immagine-038

immagine-035

immagine-036

immagine-037

immagine-044

immagine-042

immagine-043

immagine-012

immagine-016

immagine-015

immagine-018

immagine-020

immagine-027

immagine-022

immagine-023

immagine-026

immagine-030

immagine-029

immagine-033

immagine-041

La Potenza della Materia, la Forza del Colore, al Poetica del Segno – riapertura

Locandina Soqquadro jpg

la Potenza della Materia, la Forza del Colore, la Poetica del Segno
un progetto di Marina Zatta

Artisti:
Silvano Debernardi, Jeanfilip, Giovanni Mangiacapra,
Armando Palumbo, Tina Parotti, Simona Vitello

Riapertura 1 settembre ore 18.00

Il primo settembre alle ore 18.00 riapre alla Galleria Gard una mostra dedicata ai maggiori “Strumenti” della creazione di un’opera d’Arte: la Materia, il Colore e il Segno. Una Materia densa o impalpabile, un Colore monocromo o uno spazio coloristico variegato, un Segno spesso o sottile, ogni scelta che un’Artista compie non si relazione solo all’estetica, ma crea le fondamenta del Racconto e del Pensiero.

Nel lavoro di Silvano Debernardi il Segno e la Materia coincidono nelle striature di pneumatici impresse sulla tela. Nell’opera esposta il rosso si fa contrasto allo sfondo, per sottolineare con forza la simbologia della segnalazione/segnaletica dei Fuochi che si diramano lungo la via.

Jeanfilip utilizza nelle sue tele forti contrasti di Colore narrati con una Materia densa, corposa, che non solo riempie la tela ma vi emerge, si sporge in opere spesso di grandi dimensioni che trascinano lo spettatore in molteplici sensazioni, con un gioco di invadenza dello spazio attraverso il Colore.

Giovanni Mangiacapra evolve una poetica del Colore, sviluppata da molti anni, con la scelta di un fondo “altro” che si fa prepotente ed integra la narrazione con la Materia del cartone riciclato, nuova e contemporanea, legandosi al discorso dell’EcoArte.

Armando Palumbo inserisce, nelle sue foto bianche e nere, brevi note di Colore sbiadito: in una delle foto la figura di un Uomo, rappresentato con un colore ingrigito, sdraiato davanti al mare solcato da una barca, si contrappone e compenetra con la Natura sottolineando la simbologia del Viaggio attraverso la sua personale staticità.

In questa mostra Tina Parotti espone i suoi fiori realizzati con sagome di legno: il bidimensionale diviene così tridimensionale e l’utilizzo dei Colori vivi, arancio, rosso, viola, sottolinea con forza il gioco di lieve spessore, rimarcato dall’esposizione pendula che permette alle opere di ruotare.

Nel periodo espositivo si svolge un’esposizione di Moda e Accessori “Zero Spaccato” corredati dalle creazioni delle Ecodesigner Sonia Mazzoli e Simona Vitello

15 settembre 2016 ore 18.00 presentazione del libro: “Ai miei occhi” – Autrice Donna L’Ary – Edizioni Alpes – Presentazione di Marina Pompei

Date: dal 1 al 15 settembre 2016
Orari e giorni di apertura: dal martedì al venerdì – 1 e 2 settembre ore 18.00/21.00, dal 5 al 15 settembre ore 17.30/20.30
Galleria GARD via dei Conciatori 3/i
Info: cell. 333.7330045 – ass.soqquadro@gmail.comhttp://www.soqquadroarte.it
Staff organizzativo: Silvia Cicio
Moda: Zero Spaccato – Dani Sol & Marina Zatta
Ecodesigners: Sonia Mazzoli, Simona Vitello

tina parotti rosso

armando palumbo web

giovanni mangiacapra giallo

2011, LA LUCE OLTRE LA FORMA cm 120x80 tecnica mista su tela 72dp

silvano de bernardi - Fuochi fatui, 2016.  Acrilico su tela satin 165x118

vitello - maori 3

saca di lino - dettaglio

Se ne leggono di tutti i Colori!

Locandina Soqquadro reading

Se ne leggono di tutti i Colori!

brevi escursioni, veloci letture e quattro chiacchiere su la letteratura Gialla e Noir di:

Andrea Camilleri & il Commissario Montalbano
Maurizio De Giovanni & il Commissario Ricciardi
Fred Vargas & il Commissario Adamsberg
Alicia Gimènez Bartlett & l’Ispettrice Pedra Delicado
Maurizio De Giovanni & i Bastardi di Pizzofalcone
Gianrico Carofiglio & l’Avvocato Guerrieri
Marco Malvaldi & la compagine del BarLume
Massimo Carlotto & l’Alligatore
Piergiorgio Pulixi & l’Ispettore Biagio Mazzeo
Stieg Larsson & Lisbeth Salander
Galleria Gard
Via dei Conciatori 3/i – Roma
Martedì 5 e 12 luglio dalle ore 19.00
Info: 3337330045 ass.soqquadro@gmail.com http://www.soqquadroarte.ithttps://www.facebook.com/Associazione-Culturale-Soqquadro-139832919423669/

La frase “se ne leggono di tutti i colori” è la frase usuale quando leggiamo la cronaca nera e i suoi efferati omicidi e specularmente alla Letteratura che parla di nefandezze e omicidi sono stati attribuiti dei Colori, il Giallo e il Noir. Queste letture sono spesso considerate “leggere”, nonostante trattino la crudeltà degli uomini, e ci si concede di leggere “sotto l’ombrellone”.

La letteratura Gialla e Noir porta in sé una caratteristica specifica, il ripetersi narrativo di alcuni personaggi che ritornano costantemente: da Sherlock Holmes in poi Gialli e Noir hanno la peculiarità di narrarci mille avventure sempre degli stessi personaggi. Nella letteratura contemporanea quello che era un Personaggio solitario (Miss Marple) che tutt’al più si accompagnava con una spalla (Sherlock Holmes e Watson) si è evoluto e spesso è un intero commissariato a creare la narrazione e il lettore è stimolato a seguire le storie anche degli “Attori non Protagonisti” a cui ci si affeziona quasi nella stessa misura che al principale protagonista.

Al tempo stesso però ci sono vari scrittori o scrittrici che, come da tradizione, utilizzano per le loro narrazioni Lupi solitari o Coppie consolidate.

In questo progetto, che si compone di brevi presentazioni e veloci letture di libri Gialli e Noir, vengono esaminati cinque gruppi d’insieme e cinque investigatori solitari, o di coppia.

Il Commissariato di Montalbano, di Adamsberg, e dei Bastardi di Pizzofalcone, gli avventori del BarLume e il gruppo delinquenziale del Commissario Biagio Mazzeo verranno contrapposti al Commissario Ricciardi, a l’Ispettrice Pedra Delicado, a l’Avvocato Guerrieri a l’Alligatore e a Lisbeth Salander e nel dialogo con il pubblico verranno cercate le differenze e le comunanze.

Locandina Soqquadro jpg

la Potenza della Materia, la Forza del Colore, la Poetica del Segno

Locandina Soqquadro jpg

la Potenza della Materia, la Forza del Colore, la Poetica del Segno
un progetto di Marina Zatta

Artisti:
Silvano Debernardi, Jeanfilip, Giovanni Mangiacapra, Armando Palumbo,

Tina Parotti, Simona Vitello

Inaugurazione 1 luglio ore 18.30

Soqquadro presenta alla Galleria Gard una mostra dedicata ai maggiori “Strumenti” della creazione di un’opera d’Arte: la Materia, il Colore e il Segno. Una Materia densa o impalpabile, un Colore monocromo o uno spazio coloristico variegato, un Segno spesso o sottile, ogni scelta che un’Artista compie non si relazione solo all’estetica, ma crea le fondamenta del Racconto e del Pensiero.

silvano de bernardi - Fuochi fatui, 2016.  Acrilico su tela satin 165x118

Nel lavoro di Silvano Debernardi il Segno e la Materia coincidono nelle striature di pneumatici impresse sulla tela. Nell’opera esposta il rosso si fa contrasto allo sfondo, per sottolineare con forza la simbologia della segnalazione/segnaletica dei Fuochi che si diramano lungo la via.

2011, LA LUCE OLTRE LA FORMA cm 120x80 tecnica mista su tela 72dp

Jeanfilip utilizza nelle sue tele forti contrasti di Colore narrati con una Materia densa, corposa, che non solo riempie la tela ma vi emerge, si sporge in opere spesso di grandi dimensioni che trascinano lo spettatore in molteplici sensazioni, con un gioco di invadenza dello spazio attraverso il Colore.

giovanni mangiacapra giallo

Giovanni Mangiacapra evolve una poetica del Colore, sviluppata da molti anni, con la scelta di un fondo “altro” che si fa prepotente ed integra la narrazione con la Materia del cartone riciclato, nuova e contemporanea, legandosi al discorso dell’EcoArte.

armando palumbo web

Armando Palumbo inserisce, nelle sue foto bianche e nere, brevi note di Colore sbiadito: in una delle foto la figura di un Uomo, rappresentato con un colore ingrigito, sdraiato davanti al mare solcato da una barca, si contrappone e compenetra con la Natura sottolineando la simbologia del Viaggio attraverso la sua personale staticità.

tina parotti rosso

In questa mostra Tina Parotti espone i suoi fiori realizzati con sagome di legno: il bidimensionale diviene così tridimensionale e l’utilizzo dei Colori vivi, arancio, rosso, viola, sottolinea con forza il gioco di lieve spessore, rimarcato dall’esposizione pendula che permette alle opere di ruotare.

maori 3

Nel periodo espositivo si svolgeranno tre eventi letterari e un’esposizione di Moda e Accessori:
5 luglio e 12 luglio 2016 ore 19.00 “Se ne leggono di tutti i Colori!”
Brevi escursioni, veloci letture e quattro chiacchiere su la letteratura gialla e noir
Curatrice Chiara Calò

15 settembre 2016 ore 18.00 presentazione del libro: “Ai miei occhi” – Autrice Donna L’Ary – Edizioni Alpes – Presentazione di Marina Pompei

Date: dal 1 al 15 luglio e dal 1 al 15 settembre 2016
Orari 18.00/21.00
Galleria GARD via dei Conciatori 3/I
Info: cell. 333.7330045 – ass.soqquadro@gmail.comhttp://www.soqquadroarte.it

Staff organizzativo: Silvia Cicio
Moda: Zero Spaccato – Dani Sol & Marina Zatta
Ecodesigner: Sonia Mazzoli, Simona Vitello
Collaborazione letteraria: Libreria Ubik di Monterotondo

Ri-Tratto in tutte le sue forme

Locandina Ri-Tratto jpg

TITOLO: RI-TRATTO IN TUTTE LE SUE FORME
ARTISTI: Romeo Albini – Gemma Celino – Alessandra De Leoni – Anna Maria Maggiore – Gabriele Tambutini – Enrico Tubertini

A CURA DI: Sonia Mazzoli – STAFF: Silvia Cicio e Tiziana Monoscalco
DOVE: GARD Galleria Arte Roma Design – Via Dei Conciatori 3/i (giardino interno) M Piramide
INAUGURAZIONE: Mercoledì 22 Giugno 2016 ore 19,00
DURATA ESPOSIZIONE : Dal 22 al 29 Giugno
ORARI: Dalle 16.30 alle 19.00 – dal lunedì – al venerdì ( altri giorni e orari su appuntamento)

ASSAGGI GASTRONOMICI: Meating Restaurant http://www.meatingrestaurant.com
INGRESSO: libero – Infotel: +39 340.3884778 – Infomail: soniagard@gmail.com

La GARD Galleria Arte Roma Design, realtà nata nel 1995, rivolta da sempre alla promozione e diffusione di arte emergente e design autoprodotto, presenta la I° Edizione della mostra denominata “RI-TRATTO IN TUTTE LE SUE FORME” – Volti… Fuori dal Comune, gli artisti selezionati per questa prima tappa romana, sono sei, ( Romeo Albini – Gemma Celino – Alessandra De Leoni – Anna Maria Maggiore – Gabriele Tambutini – Enrico Tubertini), diversi per tecniche, e tipologia di lavoro.
Il ritratto classico è richiesto ed apprezzato in tutto il mondo, da sempre, a volte commissionato per catturare un istante, un’espressione, come ricordo di una persona cara, o come segno di un’epoca, di un momento storico, anche semplicemente, un fermo immagine della vita, nasce nei secoli passati , viene un pò accantonato con l’arrivo della fotografia, ma rimane un desiderio di molte persone avere un bel ritratto in casa o da regalare.
Questa mostra nasce da un progetto di Sonia Mazzoli , l’obbiettivo è proporre delle valide alternative di ritratti fuori dagli schemi… dare la possibilità di scegliere tipologie di ritratti nuove, sperimentali, decisamente diverse, un Ri-Tratto Artistico è un mix, tra colore, gioco, follia e libera interpretazione. Si prova a proporre ritratti pittorici, grafici. digitali e fotografici, decisamente fuori da ogni schema canonico e classico. E se è vero che per il ritratto, il desiderio dell’essere umano di guardarsi e farsi guardare è affidato all’occhio esperto del fotografo o del pittore, oggi, daremo la possibilità al visitatore di poter commissionare un Ri-Tratto decisamente moderno.
Sarà un’esposizione quindi che lascia libero spazio alla fantasia ed all’immaginazione. Inoltre il progetto prevede diverse tappe da farsi durante l’estate in località d’ Abruzzo selezionate tra “ I Borghi più Belli d’Italia, con la possibilità di integrare nuove opere.
” Pertanto Ritrattisti proponetevi ” .

Cenni Storici : Galleria Arte Roma Design: Nasce nel 1995, come editore, promotore, produttore e distributore di arte e design autoprodotto. Nel tempo le sono stati riconosciuti contenuti di particolare creatività e fantasia sia dalle Istituzioni Pubbliche sia dai media che hanno seguito sempre con grande interesse l’evoluzione della Galleria, diventata un importante punto nevralgico per gli artisti emergenti, un punto di raccordo e sperimentazione. Negli anni, numerosi personaggi del mondo della pittura, del design, della poesia, del teatro e del cinema, si sono avvicinati alla Gard collaborando con il suo staff in numerose iniziative. Nel 1997 si trasferisce in uno spazio di 600 mq. tra il Gazometro e la Piramide Cestia, ex zona industriale del vecchio porto fluviale di Roma. Spazio multifunzionale che si presta periodicamente per esposizioni ed eventi di arte, design e cultura, affiancando attività di promozione a laboratori creativi dedicati alla manualità, dedicando una specifica attenzione alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici e all’utilizzo di materiali di riciclo. Il 20 ottobre 2011 la Galleria viene coinvolta nell’alluvione di Roma è costretta a chiudere. Ci vogliono tre anni per poter riqualificare i locali, far fronte ai molti danni, un progetto e un intervento di riduzione spazi e nuova destinazione d’uso di alcune aree, garantirà la riapertura, a novembre 2014.

Premio Art – Terzo Step

PREMIO ART (Flyer web)

Esposizione di Arte Contemporanea: Premio Art Terzo Step.

Direzione Artistica: Pamela Cento.

Artisti: Carlo Baggio, Eleonora Bossi, Federica Cioffi, Sofia Olivari, Simone Paccini, Stefania Samarro, Massimo Tiezzi, Tiaziana Zito.

Staff: Elisabetta Di Giovambattista, Elisa Posella, Sara Ulivi.

Dove: Caffè Letterario, Via Ostiense 95, Roma (Metro Piramide).

Quando: da venerdì 17 giugno al 7 luglio.

Inaugurazione: Venerdì 17 giugno 2016, ore 19.30.

Info:
http://www.premioart.it
http://www.facebook.com/Premio-ART-WhatsArt-440769569309360/?fref=ts

Venerdì 17 giugno presso il Caffè Letterario di Roma, spazio multifunzionale tra i più conosciuti della Capitale, si inaugura l’ultimo step espositivo della Quarta Edizione del Concorso dedicato all’arte contemporanea denominato Premio Art.
Per tre settimane negli spazi della galleria del Caffè Letterario sarà possibile ammirare le opere d’arte, differenti per genere e linguaggio artistico, degli artisti: Carlo Baggio, Eleonora Bossi, Federica Cioffi, Sofia Olivari, Simone Paccini, Stefania Samarro, Massimo Tiezzi, Tiaziana Zito.
Il Premio Art è ormai riconosciuto come avamposto della scena artistica, numerosi negli anni gli artisti che hanno partecipato e migliaia le opere esposte.
Per votare l’artista preferito affinché possa vincere il Premio Art, collegarsi al sito dedicato: http://www.premioart.it.

MASSIMO TIEZZI

CARLO BAGGIO

ELEONORA BOSSI

FEDERICA CIOFFI

TIZIANA ZITO

SIMONE PACCINI

SOFIA OLIVARI

STEFANIA SAMMARRO